Settembre 19, 2020

Intolleranza al sorbitolo – Dolore allo stomaco causato dalla frutta?

By Alessandro

Il sorbitolo, un alcol zuccherino, si trova in molti frutti, frutta secca e dolci. Dall’8 al dodici percento della popolazione mondiale non può tollerare questa sostanza, purtroppo soffre di intolleranza al sorbitolo. Cambiare la tua dieta può aiutarti!

Il nostro cibo è ricco di zuccheri naturali, alcuni dei quali sono glucosio, lattosio e fruttosio. Lo zucchero alcol sorbitolo si trova anche comunemente nel nostro cibo. Alcuni frutti, cibi pronti e dolci sono caricati con sorbitolo. Sono fortificati con sorbitolo, quindi durano più a lungo e hanno un sapore più dolce. Problema: non tutti possono tollerare il sapore dolce del sorbitolo, alcune persone provano dolori di stomaco e altri disturbi.

Cos’è il sorbitolo?

Il sostituto dello zucchero sorbitolo (o sorbitolo) è chimicamente un alcol zuccherino. Si trova come sorbitolo naturale nella frutta o come additivo in alimenti e medicinali disponibili in commercio (lassativi). Nell’intestino tenue, gli enzimi convertono il sorbitolo in fruttosio (zucchero della frutta). Il fruttosio può anche essere convertito in sorbitolo.

Buono a sapersi: il sorbitolo può legare l’acqua. Pertanto, il cibo rimane umido più a lungo e quindi rimane fresco più a lungo quando viene aggiunto il sorbitolo.

Cosa sono gli alcoli di zucchero?

Gli alcoli di zucchero, i cosiddetti sostituti dello zucchero, sono composti chimici che, a differenza dello zucchero, hanno scarso effetto sui livelli di zucchero nel sangue. Pertanto, sono spesso venduti come dolcificanti per i diabetici. Inoltre, gli alcoli di zucchero non dovrebbero aumentare il rischio di carie. Tuttavia, in grandi quantità, hanno un effetto lassativo. Gli alcoli di zucchero includono:

  • Sorbitolo
  • Isomalto
  • Lattitolo
  • Maltitolo
  • Mannitolo
  • Xilitolo

Diabete e sostituti dello zucchero

Più di 30 anni fa, i medici credevano che i diabetici non dovessero consumare zucchero, poiché ciò aumenta significativamente i livelli di zucchero nel sangue. Per questo motivo, gli esperti del diabete hanno raccomandato ai malati di scegliere sostituti dello zucchero quando la voglia di zucchero aumenta. È stato detto che i sostituti dello zucchero non influenzano i livelli di zucchero nel sangue. Ma oggi sappiamo che molto zucchero alcolico può aumentare i livelli di zucchero nel sangue. I diabetici dovrebbero prestare attenzione alla loro assunzione di zucchero e sostituti dello zucchero per mantenere il loro livello di zucchero nel sangue nella gamma verde.

Quali alimenti contengono sorbitolo?

Il sorbitolo si trova naturalmente in una varietà di frutta e frutta secca. Viene anche aggiunto ai cibi pronti. Molto di questo accade nei seguenti prodotti:

  • Pera, mela, dattero
  • Prugna, pesca, albicocca
  • Gomme da masticare senza zucchero, prodotti in gelatina, dessert pronti, gelati

Il sorbitolo è attualmente utilizzato, soprattutto nell’industria alimentare, per aggiungere dolcezza ai prodotti dietetici. I produttori farmaceutici utilizzano il sorbitolo per migliorare il gusto di medicinali e integratori alimentari. I dolciumi come il cioccolato contengono spesso sorbitolo per una maggiore dolcezza.

Intolleranza al sorbitolo

Il sorbitolo viaggia attraverso il rivestimento dell’intestino tenue utilizzando le proteine ​​di trasporto per entrare nel flusso sanguigno. Tuttavia, se queste proteine ​​sono difettose, il sostituto dello zucchero viene trasportato al colon. I batteri che si trovano lì usano il sorbitolo nel colon. Formano gas come anidride carbonica, idrogeno e metano, nonché acidi grassi a catena corta.

Sapevi che l’intolleranza al sorbitolo di solito si verifica insieme all’intolleranza al fruttosio.

Quali sono i sintomi dell’intolleranza al sorbitolo?

La produzione di gas porta a disturbi gastrointestinali tipici come gas, gonfiore e dolore addominale. Inoltre, gli acidi grassi a catena corta formati rimuovono l’acqua dall’intestino, che a sua volta causa diarrea. Inoltre, i pazienti spesso soffrono dei seguenti effetti collaterali altamente aspecifici:

  • Stanchezza e sbadigli frequenti
  • Affaticamento da depressione
  • Emicrania

Dieci grammi di sorbitolo possono causare sintomi. Ad esempio, ciò equivale a quattro porzioni di frutta al giorno.

Buono a sapersi: anche se non sei intollerante al sorbitolo, potresti comunque ricevere reclami se mangi molto sorbitolo. Il tuo intestino può utilizzare solo una certa quantità di sorbitolo.

Diagnosi

Se si sospetta un’intolleranza al sorbitolo, un semplice test del respiro è sufficiente per fare una diagnosi. Puoi eseguire questi test sia con il tuo medico di famiglia o allergologo, oppure a casa.

Come si fa a testare l’intolleranza al sorbitolo?

H2 breath test è il gold standard per la diagnosi di intolleranza al sorbitolo, al fruttosio e al lattosio. Il test di salute si basa sul fatto che dopo l’ingestione di una soluzione contenente sorbitolo, l’intolleranza al colon porta alla formazione di gas. L’idrogeno prodotto dai batteri nel colon viene rilasciato nuovamente nel flusso sanguigno ed esce dal corpo attraverso l’aria espirata. I laboratori possono misurare la quantità di idrogeno espirato.

Il test di resistenza al sorbitolo è un test del respiro H2 per le tue quattro pareti. Inoltre non misura il contenuto di metano, che può anche essere aumentato in caso di intolleranza.

Terapia

Se soffri di intolleranza al sorbitolo, non è necessario eliminare rigorosamente il sorbitolo dalla tua dieta per tutta la vita. un cambiamento della dieta in tre fasi può semplificarti la vita quotidiana.

Cambio di dieta per l’intolleranza al sorbitolo

  1. Fase: periodo di attesa
    In questa fase, riduci al minimo l’assunzione di sorbitolo e fruttosio per un periodo da due a quattro settimane fino alla scomparsa dei sintomi. Nota che il dentifricio e il collutorio contengono quasi sempre sorbitolo. Guarda anche l’elenco degli ingredienti sulla confezione degli alimenti. Il sorbitolo è nascosto dietro i seguenti numeri E:
  • E420
  • Da E432 a E436
  • Da E491 a E495
  1. Fase: fase di test
    Dopo il periodo di grazia in cui hai rinunciato in gran parte al sorbitolo, segue una fase di test di sei settimane. Ora puoi includere più alimenti a base di sorbitolo nella tua dieta per testare la tua tolleranza individuale.

Suggerimento. Durante la fase di test, tieni un diario alimentare che elenchi gli alimenti che mangi e le loro tolleranze.

  1. Fase: alimentazione continua
    Nella terza e ultima fase, si definisce la propria alimentazione continua. È importante che continui a soddisfare le tue esigenze nutrizionali. La quantità esatta di sorbitolo che puoi tollerare dipende da te. La maggior parte delle persone con intolleranza al sorbitolo può tollerare diversi grammi di sorbitolo al giorno.

Quali sono gli alimenti a basso contenuto di sorbitolo?

Puoi mangiare frutta a basso contenuto di sorbitolo, come bacche, agrumi e uva, in modo da non perdere importanti vitamine del frutto se sei intollerante al sorbitolo. Le verdure di solito contengono quantità innocue di sorbitolo. Mangime per animali.

I seguenti frutti contengono pochissimo sorbitolo:

  • Ananas, avocado, banana
  • Bacche, limone, arance, pompelmo, kiwi
  • Olivello spinoso, mirabella, mela cotogna, ciliegia
  • Anguria, riso

Intolleranza al sorbitolo: a prima vista

Che cos’è il sorbitolo?

Il sorbitolo è un alcol zuccherino presente nella frutta e utilizzato nell’industria alimentare come conservante e dolcificante. Il sorbitolo provoca un leggero aumento della glicemia.

Quali alimenti contengono sorbitolo?

La frutta secca e la frutta come la mela, la pera, la susina, l’albicocca e la pesca sono particolarmente ricche di sorbitolo. Anche i dolci e i dolci pronti sono ricchi di sorbitolo.

Cos’è l’intolleranza al sorbitolo?

Quando il sorbitolo è intollerante, il corpo non può assorbire il sorbitolo a causa di proteine ​​di trasporto difettose nell’intestino. I batteri usano un sostituto dello zucchero nel colon, che produce grandi quantità di idrogeno, anidride carbonica, metano e acidi grassi a catena corta. Questi prodotti di degradazione provocano disturbi come diarrea, nausea e gonfiore.

Come diagnostichi l’intolleranza al sorbitolo?

Puoi utilizzare il test del respiro all’idrogeno per scoprire se soffri di intolleranza al sorbitolo. In primo luogo, bere una soluzione contenente sorbitolo e fornire campioni di gas respirabile. Il laboratorio sta valutando se le alte concentrazioni di idrogeno e forse di metano siano svanite.

Come ti senti riguardo all’intolleranza al sorbitolo?

La terapia si svolge in tre fasi. Innanzitutto, fai a meno di sorbitolo e fruttosio per diverse settimane. Il sorbitolo si trova non solo nel cibo, ma anche nel dentifricio. Nella seconda fase, puoi ri-mangiare cibo contenente sorbitolo e controllare quanto puoi tollerare senza disagio. L’ultimo passaggio consiste nel determinare le tue esigenze nutrizionali in corso.