Reiseapotheke
Ottobre 7, 2020

Mal di traffico – kit di pronto soccorso – vaccinazioni di viaggio – così viaggi sano

By Alessandro

Le vacanze servono a rilassare il corpo e la mente. Per renderlo facile, è necessario equipaggiare adeguatamente il kit di pronto soccorso, fornire le vaccinazioni necessarie e prevenire la cinetosi.

Se hai una passione per i viaggi, preferisci fare le valigie e salire subito sull’aereo. Ma ci sono anche preoccupazioni: ci sono malattie rare e animali velenosi ovunque io vada? Ho bisogno di vaccinazioni per la regione in cui sto viaggiando? Devo mettere alcune medicine nel mio armadietto dei medicinali? E se mi ammalassi durante un lungo volo? Nel luogo di riposo può esserci il rischio di contrarre malattie infettive, le cosiddette malattie tropicali. Le giuste precauzioni, come le vaccinazioni, possono proteggerti da questo.

In questo articolo scoprirai quali suggerimenti ti aiuteranno contro la cinetosi e cosa dovresti avere nella tua farmacia di viaggio. Abbiamo raccolto per te tutte le informazioni importanti su vaccinazioni e malattie tropicali.

Cinetosi

Un lungo viaggio in montagna, un volo o una crociera può colpire lo stomaco di alcune persone. Se ti ritrovi a segnalare più reclami durante il viaggio, puoi prevenire la cinetosi con i giusti consigli.

Che cos’è la cinetosi?

Con la cinetosi, così come la cinetosi, il nostro cervello è confuso perché riceve informazioni contrastanti su come ci muoviamo. Gli occhi dicono al cervello che il corpo non si muove. Un organo in equilibrio, invece, segnala che il movimento avviene attraverso un veicolo (automobile, aereo, nave, treno, giro in cammello). Di conseguenza, si verificano molti disturbi come nausea, vomito, vertigini, mal di testa, sudorazione e fluttuazioni della pressione sanguigna. Questo di solito colpisce i bambini di appena otto anni. I conducenti stessi non soffrono mai di cinetosi.

Sapevi che la cinetosi può verificarsi anche nei simulatori di volo o in auto.

Cinetosi e intolleranza all’istamina

I ricercatori hanno notato che la concentrazione di istamina nel sangue può aumentare durante la navigazione e sospettano un legame con la cinetosi. Gli integratori di vitamina C possono aiutare a ridurre i livelli di istamina e alleviare i sintomi. Questo effetto è stato osservato nello studio, soprattutto tra i soggetti di età inferiore ai 27 anni.

Kit di pronto soccorso

Reiseapotheke

Per affrontare problemi di salute imprevisti in vacanza, dovresti preparare in anticipo un kit di pronto soccorso. Il contenuto può variare da destinazione a destinazione.

Cosa dovrebbe contenere un kit di pronto soccorso?

Si consiglia sempre di tenere disinfettanti, medicazioni, unguenti per ferite e, se necessario, contraccezione nel kit di pronto soccorso.

Oltre ai farmaci che prendi sempre, le società specializzate consigliano anche fondi per:

  • Dolore, febbre
  • Nausea, diarrea, costipazione, bruciore di stomaco
  • Scottature solari, punture di insetti
  • Herpes, infezioni fungine

Importante. Se viaggi in altri fusi orari o aree con temperature estreme, discuti con il tuo medico i tempi di utilizzo e dosaggio.

Vaccinazioni di viaggio

Quando viaggi in regioni tropicali, puoi aspettarti temperature elevate, così come animali e piante che conoscevi solo dalle fotografie. Tuttavia, ci sono anche agenti patogeni che causano malattie tropicali. Per prevenire l’infezione, tu ei tuoi bambini dovete essere vaccinati contro le malattie che possono verificarsi a destinazione.

A quali malattie infettive dovresti prepararti?

Le malattie tropicali includono il colera, la meningoencefalite di inizio estate, la febbre gialla, l’encefalite giapponese e la malaria. Oltre alle malattie tropicali, esiste il rischio di contrarre altre malattie infettive, alcune delle quali sono rare in Europa e Nord America. I più comuni sono:

  • Epatite A, B, C
  • Meningococco
  • Rabbia
  • Febbre tifoide

Attualmente non esistono vaccini contro l’epatite C e la malaria.

Che cos’è la vaccinazione?

La vaccinazione dovrebbe proteggerci dalle malattie infettive. Il vaccino, che di solito viene iniettato nella spalla, consente al corpo di combattere efficacemente gli agenti patogeni. Distinguere tra immunizzazione attiva e passiva.

Durante l’immunizzazione attiva, il medico ti inietterà una piccola o piccola quantità dell’agente patogeno. L’agente patogeno è completamente inattivato o notevolmente indebolito. Quindi il sistema immunitario interviene: forma anticorpi che agiscono contro il corpo estraneo. Il sistema immunitario ricorda cosa fare se questi agenti patogeni attaccano di nuovo il corpo.

l’immunizzazione passiva, d’altra parte, contiene anticorpi contro la corrispondente malattia infettiva. L’immunizzazione passiva di solito si verifica quando l’infezione esiste già. Sebbene l’immunizzazione attiva fornisca protezione per diversi anni, l’effetto dell’immunizzazione passiva dura solo pochi mesi.

Malattie tropicali e infettive durante i viaggi

Le seguenti malattie tropicali e infettive sono generalmente accompagnate da sintomi molto aspecifici come mal di testa, problemi gastrointestinali, febbre e dolori muscolari. Per la maggior parte, non ci sono farmaci speciali, quindi spesso vengono trattati solo i sintomi fino a quando il corpo non spegne l’agente patogeno. Molte infezioni possono derivare da cibo e acqua potabile contaminati. Si applica la frase “Sbucciare, bollire o lasciare” (sbucciare, cuocere o lasciare da solo), il che significa: viaggiare solo con cibi cotti, ben preparati e preparati al momento da soli.

Sapevi che il 90% di tutti i malati di malaria in Africa è stato infettato?

Malattia Percorso dell’infezione Spread
Colera Batteri nell’acqua potabile contaminata Africa, Sud-est asiatico, America Latina
Meningoencefalite di inizio estate Tick Bite TBE Virus Germania meridionale, Austria, Scandinavia, paesi balcanici
Febbre dengue Puntura di zanzara Sud-est asiatico, America centrale e meridionale
Febbre gialla Aedes Mosquito Bite Africa, America Latina
Encefalite giapponese Contatto con animali infetti (uccelli e maiali) Sud, sud-est, est asiatico; soprattutto dopo la stagione delle piogge
Malaria La puntura di una zanzara femmina che trasporta il parassita Africa, Sud America
Epatite A, B, C Cibo e acqua potabile contaminati, rapporti non protetti in tutto il mondo
Meningococcus Per via aerea o per contatto con una persona infetta Sud Africa, Asia meridionale, Europa e Nord America (soprattutto in inverno)
Rabbia Morso di animali infetti (cani, pipistrelli) Sud America, Africa, Asia
Febbre tifoide Acqua potabile contaminata Sud America, Africa

Meningoencefalite di inizio estate

Viaggiare nella Germania meridionale o in Austria comporta anche il rischio di malattie come la meningoencefalite (TBE) all’inizio dell’estate. Le zecche possono trasmettere virus che causano la TBE negli esseri umani. Il 90% di tutte le infezioni da TBE si verifica durante il tempo libero, specialmente a temperature più elevate quando si è all’aperto. Questo perché le zecche tendono a nascondersi nell’erba alta e da lì si arrampicano sugli animali e sulle persone per pungerle e assorbirne il sangue.

Quando il virus entra nel corpo attraverso una puntura di zecca, i primi sintomi possono comparire dopo dieci giorni. I sintomi iniziali di questa meningite sono simili all’influenza. Se la malattia passa inosservata, nei casi più gravi possono verificarsi paralisi muscolari e della deglutizione.

Nella scienza non stiamo parlando di un morso di zecca, ma di un morso di zecca: il morso è più simile a una zecca che succhia il sangue dal suo ospite.

Come proteggersi dalle punture di zecca?
All’inizio dell’estate è in corso una vaccinazione contro la meningoencefalite. Il comitato permanente per le vaccinazioni del Robert Koch Institute raccomanda di somministrare le vaccinazioni alle persone che vivono in aree a rischio FSME o che si prendono le vacanze lì e trascorrono molto tempo all’aperto.

Puoi anche seguire i seguenti suggerimenti per evitare i morsi di zecca e i loro effetti:

  • Rimani solo sull’erba alta con abiti lunghi, in particolare si consigliano pantaloni lunghi!
  • Puoi individuare e rimuovere le zecche su vestiti di colore chiaro.
  • Speciali repellenti per insetti possono proteggere dalle punture di zecche.
  • Cerca accuratamente tutte le parti del corpo. Le zecche spesso fanno male alle gambe, alla parte posteriore delle ginocchia e alla testa.

Come rimuovere le zecche?
Con le pinzette speciali della farmacia, puoi rimuovere le zecche. Afferra il segno di spunta il più vicino possibile alla superficie del corpo. Quindi estrarlo con una pressione uniforme. Disinfettare dopo la rimozione.

Le zecche possono trasportare non solo gli agenti causali della meningoencefalite all’inizio dell’estate, ma anche gli agenti causali della malattia di Lyme. La malattia di Lyme colpisce il sistema nervoso e si manifesta principalmente attraverso il rossore, il cerchio rosso o l’anello che corre attorno al punto. Se noti tali cambiamenti della pelle dopo una puntura di zecca, dovresti consultare il medico.

Malaria

Il 40% della popolazione mondiale vive in paesi in cui la malaria è prevalente. 200 milioni di persone firmano contratti ogni anno. Le zanzare femmine che trasmettono il parassita della malaria possono infettare gli esseri umani con un morso.

Riconoscere la malaria dai suoi sintomi è spesso difficile, poiché di solito provoca una sensazione generale di malattia con mal di testa, dolori muscolari e febbre, ma la malaria è spesso accompagnata da gravi episodi febbrili e può essere fatale. Solo un esame del sangue fornisce informazioni: se i sintomi compaiono dopo una vacanza o nell’area della malaria, dovresti consultare immediatamente un medico.

Come proteggersi dalla malaria?
Ad oggi non è stato sviluppato alcun vaccino. Tuttavia, puoi proteggerti: Usa repellenti per insetti con i principi attivi Icardin o DEET per la malaria e indossa abiti bianchi lunghi che coprano al meglio l’intera pelle. Appendi una zanzariera in camera e accendi il condizionatore d’aria, se disponibile. Puoi anche prendere speciali farmaci antimalarici durante le vacanze, che offrono protezione ma possono anche avere effetti collaterali.

Buono a sapersi: sono noti casi di zanzare che salgono sugli aerei o persino nei bagagli. Se durante il viaggio si verifica un’infezione, in aeroporto parlano di malaria.

febbre gialla

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, circa 200.000 persone contraggono la febbre gialla ogni anno, soprattutto in Africa e in America centrale. La zanzara Aedes è portatrice del virus della febbre gialla. Il virus si sviluppa entro sei giorni dall’infezione.

Prima di tutto, la febbre gialla si manifesta con febbre alta, brividi, muscoli e mal di testa. La maggior parte delle persone colpite di solito soffre di febbre gialla solo per pochi giorni. Secondo il Robert Koch Institute, il 15 per cento soffre di sintomi gravi nonostante il miglioramento, che può essere correlato al sanguinamento alla gola e al tratto gastrointestinale.

Buono a sapersi: la febbre gialla può anche colpire il fegato. La bilirubina colorante gialla non viene escreta dal corpo e si accumula nel sangue in grandi quantità. La pelle e il derma dell’occhio possono ingiallire.

Come proteggersi dalla febbre gialla?

La vaccinazione funge da protezione preventiva contro la febbre gialla e mostra un effetto protettivo solo dopo dieci giorni per il 96% dei vaccinati.

Viaggia in modo sano – a colpo d’occhio:

Cosa aiuta contro la cinetosi?

Nausea, mal di testa e sudorazione possono verificarsi nelle persone con cinetosi, ad esempio durante la lettura durante un viaggio in auto. Oltre a curare la nausea, può essere d’aiuto masticare lo zenzero crudo e sdraiarsi sul pavimento.

Cosa dovrebbe contenere una farmacia turistica?

Oltre alle medicine di cui hai bisogno ogni giorno, dovresti mettere in valigia bende, disinfettanti, nausea, febbre, dolore e unguenti.

Contro quali malattie dovresti vaccinarti?

Dipende dal paese in cui viaggi. Dovresti sempre controllare sui siti web delle autorità turistiche del paese in questione per quali malattie dovresti vaccinarti. Non ci sono ancora vaccinazioni contro la malaria e l’epatite.